Come creare un bel giardino fai da te: la guida completa

Richiedi info

Disporre di un giardino è fonte di benessere per il corpo e per la mente: nel tuo salotto all’aperto puoi respirare aria pura, riposare dopo una faticosa giornata di lavoro e trascorrere momenti speciali circondati dalle persone che ami di più. Questa area verde si rivelerà una vera oasi di pace per tutta la famiglia. Proprio per l’importanza che il giardino ricopre, progettarlo e realizzarlo in autonomia può rappresentare il miglior modo per esprimere la tua personalità e per prenderti cura dei tuoi spazi, rendendoli proprio come li vuoi tu. Non è certamente un percorso facile, ma fortunatamente esistono soluzioni e materiali raffinati che possono essere installati senza il supporto di tecnici e giardinieri. Li vediamo nel dettaglio in questa guida completa che risponderà alla tua domanda: “come posso creare un bel giardino fai da te?”.

#1 Quale sarà lo stile del tuo giardino?

 

Per poter progettare un giardino fai da te, è necessario in primis avere le idee chiare sullo stile che dovrà seguire. Esistono, infatti, diverse tipologie di spazi all’esterno, che si differenziano per la forma, per la presenza di particolari elementi ornamentali e per la scelta delle piante. Per esempio, possiamo trovare:

  • Giardino classico. Definito anche “all’italiana”, è caratterizzato dalla ricerca dell’armonia degli elementi. È caratterizzato da un estremo ordine nella disposizione delle piante, da siepi potate secondo forme geometrie e da manti erbosi tagliati alla perfezione. L’effetto finale è semplicemente mozzafiato, grazie alla cura che caratterizza ogni decorazione, sia essa naturale o artificiale.

  • Giardino rustico. Si tratta del tipico giardino di campagna, un ambiente naturale, spontaneo e per nulla artificioso, che prevede la presenza di piante autoctone.

  • Giardino roccioso. La protagonista di questo giardino è, come indica il nome stesso, la roccia, che viene sapientemente intervallata a particolari specie vegetali che vengono coltivate su terrazzamenti. Si sviluppa principalmente su terreni drenati, spesso in pendenza per impedire il ristagno dell’acqua e in zone ben soleggiati.

  • Giardino zen. Di chiara origine orientale, questo tipo di giardino combina perfettamente acqua, piante e pietra, che rappresentano il viaggio dell’uomo verso l’eternità. Una vera e propria oasi di benessere quotidiano, in cui gli unici suoni derivano dallo scorrere dell’acqua e dal movimento delle foglie.

  • Giardino mediterraneo. Realizzato sulle coste del Mar Mediterraneo, un giardino di questo tipo vanta un clima temperato e l’esposizione al sole per tantissimi giorni all’anno: è qui che crescono piante come ulivi, lavanda e viti.

Ovviamente, lo stile del giardino deve seguire anche quello dell’abitazione: infatti, se la casa è moderna, caratterizzata da linee dritte e geometriche, difficilmente si sposerà bene con le curve e la naturalezza di un salotto all’aperto di tipo rustico. E viceversa.

#2 Quali sono le caratteristiche del terreno?

 

Dopo aver scelto lo stile del giardino, è necessario rispondere alle seguenti domande:

  • Qual è la superficie del giardino?
  • Il giardino è esposto a nord, sud, est o ovest?
  • Il terreno è regolare o impervio?
  • Quali condizioni climatiche caratterizzano il giardino?

In base alle risposte a queste domande, potrai avere ben chiari gli elementi essenziali su cui dovrai focalizzarti. Per esempio, se il giardino ha una superficie limitata, non sbizzarritevi troppo con gli arredi da esterno ma limitatevi a pochi elementi utili. Inoltre, optate per piante rampicanti che si sviluppano in altezza lasciando il terreno libero.

Lo studio dell’esposizione, invece, ti permetterà di scegliere le piante giuste. Creare un bel giardino fai da te significa anche prestare attenzione a tutti quegli aspetti che possono agevolarne il benessere e la bellezza nel tempo: scegliere il tipo di vegetazione in base alle condizioni climatiche e all’esposizione del giardino al sole ti eviterà di dover intervenire costantemente e, quindi, di goderti al massimo il tuo salotto all’aperto.

Altro aspetto da valutare è il terreno, se risulta essere molto scosceso, si dovranno realizzare per forza dei terrazzamenti.

#3 Quale funzione avrà il giardino?

Il salotto all’aperto può essere un’area estremamente versatile, in cui è possibile svolgere molteplici attività… a patto però che venga progettato adeguatamente. Pensa a quale sarà la funzione del giardino, se sarà soltanto un ambiente bello da vedere o se sarà uno spazio anche e soprattutto da vivere. In questo ultimo caso valuta le esigenze quotidiane, i desideri e le abitudini delle persone che lo utilizzeranno.

Per esempio, uno spazio potrà essere dedicato ad un piccolo parco giochi, con un’altalena o uno scivolo, per permettere ai bambini di giocare all’aperto.

Se, invece, necessiti di uno spazio in cui rilassarti dopo il lavoro, realizzerai una zona relax, dotata di sdrai e divanetti su cui riposare o ascoltare la musica. E se vuoi sfruttare al massimo il tuo spazio per le grigliate con gli amici, non perderti la possibilità di realizzare un’area barbecue, magari sotto un gazebo, con una pavimentazione da giardino ad hoc. La presenza di un camminamento risulterà molto funzionale come pure la realizzazione di un muretto per proteggere le coltivazioni, nel caso il giardino sia vissuto anche da animali domestici che potrebbero rovinarle. Si potranno altresì coltivare orti e frutteti per gustare prodotti naturali.

Sapevi che il giardino può essere utilizzato anche nei mesi freddi? Progetta fin da subito un giardino d’inverno abitabile: ti immergerai nella natura anche nelle stagioni fresche e potrai così godere della sua bellezza ogni giorno dell’anno. Cosa chiedere di più?

#4 Quali decorazioni scegliere e come realizzarle?

Una volta progettato il giardino, è giunto il momento di renderlo realtà. Il punto di partenza di questo step è la scelta del materiale, che dev’essere facilmente installabile e versatile, affinché si adatti perfettamente a ogni tipo di utilizzo. Ti consigliamo quindi di affidarti alla finta pietra per esterni: realizzata con sassi e marmi miscelati con leganti idraulici minerali e cementi ad alta resistenza, si mantiene bella nel tempo anche se sottoposta alle intemperie o a stretto contatto con l’acqua. Inoltre, la pietra ricostruita permette un’installazione a secco, molto semplice da effettuare anche per chi è meno avvezzo.

Cosa puoi realizzare con la pietra ricostruita? Ecco solo qualche esempio di come puoi rendere più bello e confortevole il tuo giardino fai da te:

  • Pavimentazioni per creare l’area barbecue, l’area solarium, l’area piscina ecc.
  • Camminamenti che conducono al cuore del giardino
  • Bordure da giardino che ti permettono di delimitare le aiuole così da rendere più facile il taglio dell’erba: piante sparse qua e là saranno da intralcio nel momento della falciatura e costringeranno a usare il decespugliatore.
  • Muretti da giardino, per realizzare splendide aiuole e affascinanti fioriere in cui contenere le tue piante, un tripudio di colori che sprigionerà allegria in ogni momento dell’anno.
  • Cascate da giardino e lame d’acqua per realizzare affascinanti giochi d’acqua. Non c’è nulla di più rilassante di ascoltare lo scorrere lento dell’acqua: le cascate sono l’espediente migliore per rendere il tuo giardino un luogo sereno e, soprattutto, di grande impatto.
  • Laghetto in giardino. Piace sia agli adulti che ai bambini: il laghetto permette di creare un vero e proprio ecosistema nel tuo salotto all’aperto. Un luogo romantico e divertente, in cui trascorrere i momenti più belli.

Esistono poi elementi decorativi che donano ancora maggiore fascino alla tua area esterna. Per esempio, le ball, sfere in acciaio che sapranno diffondere i colori del tuo giardino in ogni direzione. Puoi integrarle anche con l’acqua, dando vita alle water ball: lo scorrere dell’acqua si fonde con la natura tutt’attorno e l’atmosfera diviene magica.

#5 E se anche l’illuminazione fosse “fai da te”?

 

Una delle difficoltà maggiori di chi si accinge a dare vita a un giardino fai da te riguarda l’illuminazione. Si tratta di un aspetto essenziale per rendere l’area esterna vivibile anche durante le ore buie, ma anche per mettere in risalto le piante e i soggetti più interessanti; al tempo stesso, però, non è facile trovare impianti che si possano installare senza l’ausilio di un elettricista. Cosa fare, quindi? Fortunatamente, esistono sul mercato impianti a 12 Volt che permettono un’installazione rapida e facile a chi sta dando vita al proprio giardino, senza rinunciare alla versatilità: è possibile scegliere tra lampioncini da giardino per i viali e la zona relax, faretti per le aiuole o faretti da incasso per i camminamenti, tutti dotati di tecnologia a LED, che garantisce il massimo risparmio energetico a fronte di una maggiore efficacia.  

Questi sistemi innovativi possono anche essere collegati allo smartphone: in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo ti trovi, hai la possibilità di gestire l’illuminazione del tuo giardino, dando libero sfogo alla tua fantasia e creando splendide atmosfere.

In conclusione…

Creare un bel giardino fai da te permette di vivere momenti indimenticabili da solo o in compagnia, ogni giorno dell’anno. È fondamentale però che ogni elemento venga pianificato nel dettaglio, con l’obiettivo di rendere questo spazio non solo bello, ma anche funzionale alle tue esigenze e a quelle di chi vive il giardino insieme a te.

Speriamo che questa guida ti sia stata utile. Se hai ancora qualche domanda, non esitare a contattare il nostro team. Altrimenti, per approfondire l’argomento puoi scaricare la guida al giardino perfetto cliccando sul pulsante sottostante. Buona lettura!

Lascia un Commento

x

Get A Quote